martedì, luglio 16

Messina, scippa anziano con 3.500 euro: postino-pugile lo insegue e recupera il bottino

Gli angeli custodi possono assumere sembianze di ogni genere, ha avuto quella di un autista delle Poste quello che stamattina, a Messina, ha salvato un anziano dal furto di un borsello con 3.500 euro in contanti. Il caso ha infatti voluto che l’uomo non fosse un postino qualunque, ma un ex pugile professionista.

 

Facciamo un passo indietro. Sono le 10 del mattino in via Catania, nella zona dell’ufficio postale 3 di Messina. Andrea Cordone, precario della società postale, si appresta a consegnare dei pacchi e poi a proseguire il giro delle altre poste quando si accorge di uno scippo.

“Ho visto che una persona veniva strattonata con forza e non ho resistito a intervenire – racconta -. Tutti ormai si girano dall’altra parte ma il mio istinto mi ha detto di far subito qualcosa, è il mio impulso di uomo che ama lo sport”.

L’ex pugile dei mediomassimi, in attività fino al 2008, si è scagliato contro il malvivente e, dopo una colluttazione, è riuscito a metterlo in fuga, riuscendo a riappropriarsi del borsello con i soldi.

“Avevo 3.500 euro in contanti – ha raccontato la vittima – destinati al pagamento di numerose bollette accumulatosi nell’ultimo periodo.  Sono rimasto letteralmente scioccato da ciò che mi era successo, ma ancor di più quando ho visto un operatore delle Poste Italiane, venire in mio soccorso, inseguire il malvivente e riuscire a bloccarlo restituendomi la mia tracolla e il mio denaro. Un gesto a dir poco eroico, oggi“.

Una storia a lieto fine che suona come il titolo del film Il gigante buono: solo che a Messina è diventata quella del pugile postino.

 

 

fonte notizia: www.gazzettadelsud.it