domenica, ottobre 25

GERMANELLI – NON CI STO! E RICORRE IN APPELLO

 

Ha aspetto di veder le motivazioni della sentenza del Tribunale di Patti del 21/02/2020 che ha assolto il Sindaco di S.Angelo di Brolo  Franco Cortolillo dall’accusa di diffamazione per far delle considerazioni.

 

i fatti erano accaduti durante la competizione elettorale del 2016

Scrive Tindaro Germanelli, allora in corsa per la carica di sindaco di Sant’Angelo di Brolo: “Non ho ritenuto di rispondere ai toni trionfalistici del Sindaco dopo l’emanazione della sentenza, ma ho doverosamente aspettato che venissero pubblicate le motivazioni e dopo averle esaminate assieme al difensore, avvocato Andrea Niosi, e non avendole ritenute convincenti,  tramite il mio avvocato ho chiesto al Pubblico Ministero di interporre appello”.

Con atto dell’11 agosto scorso la Procura  di Patti, condividendo i dubbi manifestati dal sottoscritto e dal mio difensore ha interposto appello asserendo che “Per quanto detto, la sentenza, riconoscendo l’inesistenza di illeciti dell’operato del Germanelli quale amministratore, afferma e manifesta, implicitamente, la manipolazione e/o lo stravolgimento dei fatti da parte dell’intervistato poiché le affermazioni del Cortolillo, pur riportando un potenziale nucleo di verità, erano oggettivamente false (…….) Il Giudice di primo grado, adottando il parametro più volte sopra esaminato, ha erroneamente ritenuto rispettato il requisito della verità del fatto criticato, limitandosi ad osservare che il fatto storico non appare contestato, circostanza che, pur contenendo un minimo principio di verità, stravolgeva completamente il significato dell’operato del Germanelli”.

 

Quindi la vicenda è ancora al vaglio dell’autorità giudiziaria e Germanlli fiducioso afferma ora “attendo serenamente e con il massimo rispetto l’esito, fiducioso che sarà fatta giustizia”.

 

 

 

fonte notizia: www.scomunicando.it

Condividi