mercoledì, giugno 12

SICILIA – Rimodulazione della rete ospedaliera, Laccoto: “La VI Commissione luogo naturale di confronto”

SICILIA – Rimodulazione della rete ospedaliera, Laccoto: “La VI Commissione luogo naturale di confronto”

Dichiarazione dell’on. Laccoto sulla rimodulazione della rete ospedaliera

“L’annuncio dell’avvio della procedura di rimodulazione della rete ospedaliera è da accogliere con favore, in considerazione delle gravi criticità che attanagliano le strutture sanitarie sul territorio.
Più volte, in Commissione Salute all’Ars, abbiamo approfondito le carenze di personale, i problemi strutturali e abbiamo evidenziato la necessità di migliorare l’efficienza dei livelli assistenziali sfruttando le innovazioni tecnologhiche. A tal proposito, nell’ottica della rimodulazione, sarebbe opportuno e necessario coinvolgere la Commissione nell’attività propedeutica per una opportuna programmazione”. Lo dichiara l’on. Giuseppe Laccoto, presidente della VI Commissione Salute all’Assemblea Regionale Siciliana.
“La rimodulazione della rete ospedaliera – prosegue Laccoto – è un processo strategico che richiede una pianificazione accurata, oltre alla consultazione delle parti interessate, compresi i professionisti sanitari, le parti sociali e i rappresentanti istituzionali delle comunità locali.
La VI Commissione è il luogo prescelto per il necessario confronto tra le parti coinvolte e, come stabilito dall’art. 3 comma 3 della legge regionale n.5 del 2009, esprime parere vincolante sul piano sanitario regionale adottato dalla Giunta.
La Commissione Salute dell’Ars è composta da deputati provenienti da tutte le province siciliane che in questo scorcio di legislatura hanno dato dimostrazione di conoscere e di farsi portavoce dei problemi della sanità territoriale. Questo organismo istituzionale – conclude il Presidente della Commissione Laccoto – continuerà ad essere aperto al confronto con tutti i rappresentanti istituzionali, i responsabili delle Aziende Sanitarie e le parti sociali con l’obiettivo di fornire alla comunità siciliana garanzie di assistenza sanitaria di livello e servizi ospedalieri di qualità”.

 

Fonte Notizia : www.scomunicando.it

Condividi